La madre misteriosa di Charles Ricketts – Charles Ricketts’s Mysterious Mother

Circa tre mesi fa quando andai, per la prima volta al British Cemetery – sebbene fossero già passati varie volte i volontari della Associazione “Per Staglieno” – la natura aveva ripreso a coprire le tombe. Un’erba strisciante e spinosa mi fece inciampare e per fermare la caduta poggiai la mia mano su di una tomba. Intorno a questa tomba iniziai a togliere le erbacce e a smuovere la terra che la copriva. Una lapide di marmo bianco con inciso solo un nome e una data. In basso sotto le scritte, una croce e scolpito sopra di essa un fiore – una calla con due foglie – disposte come a formare un’altra croce.

Helene Cornelie Ricketts  / Died 30 Dic 1880

Fig. 1 – La tomba a Staglieno di Helene Cornelie Ricketts

Questo era quanto scritto su quella tomba. Un nome e una data.

Chi era Cornelia?

Cercando in internet trovai un blog dove si parlava di Charles Ricketts. Scorrendo all’interno del blog stesso, un titolo fra i tanti mi incuriosì: “Charles Ricketts’s Mysterious Mother”. Si trattava di una presentazione di un libro fresco di stampa (ottobre 2016), dove gli autori J.G.P. Delaney e Corine Verney completavano la biografia di Charles Ricketts sulle origini della madre. Nel 1990 Delaney quando pubblicò la biografia di Charles Ricketts, trovò poche informazioni a riguardo della madre dell’artista e quel poco era inconsistente. Chi diceva che era nata in Francia, chi napoletana, chi fosse di origini nobili. Ma quelle poche righe che avevo letto in quella presentazione “Charles Ricketts’s mother died in Genoa in 1880. She was buried in the English cemetery.” mi fecero pensare di aver fatto centro. L’anno della morte e il luogo corrispondevano. Mandai una e-mail all’autore di questo blog: Paul van Capelleveen (Curatore della Biblioteca Nazionale dei Paesi Bassi). Pochi giorni dopo Paul van Capelleveen mi rispose. Era lei la misteriosa madre.

Fig. 2 – Il libro “Charles Ricketts’s Mysterious Mother”(http://charlesricketts.blogspot.it/)

“Mi sentivo vecchio come la terra”

Charles aveva 14 anni quando pianse la perdita della madre, ai piedi di questa tomba. Charles nacque in Svizzera nel 1866, poi a causa della cagionevole salute della madre, si trasferì in Francia e poi in Italia. Dopo aver perso la madre, ritornò in Inghilterra e dopo due anni morì anche suo padre. Nel college Charles conobbe Charles Shannon e diventarono amici per tutta la vita e soci, fino alla morte di Ricketts nel 1931. Entrambi artisti, Ricketts disegnatore di libri, scenografo, costumista, collezionista e critico d’arte; Shannon litografo, pittore e collezionista d’arte.

Foto 3 – Charles Shannon e Charles Ricketts (foto di George Charles Beresford, 1903)

Dai diari di Ricketts si legge che nel 1899 venne in Italia per approfondire i suoi studi sull’arte, forse passò a dare un saluto alla madre a S. Benigno. Probabilmente lasciò una rosa gialla sulla tomba della madre. Quello che fece Charles ricordando la madre – il primo amore della sua vita – fu scrivere una semplice frase, ma dal contenuto molto profondo: “I felt as old as the earth” (Mi sentivo vecchio come la terra).

Perché misteriosa?

Nel libro “Charles Ricketts’s Mysterious Mother” (la madre misteriosa di Charles Ricketts ) Delaney rivela che la madre di Ricketts “non si chiamava “Hélène de Sousy”, non era la figlia del marchese de Soucy, non era di origine francese, né illegittima. Era nata a Roma nel 1844 e 10 anni più vecchia di quello che si immaginava. Il suo nome completo era Cornelia Pia Adeodata Marsuzi de Aguirre.

In quell’articolo del blog, dove si era accentrata la mia ricerca, Paul van Capelleveen aggiungeva che la tomba di Helene era stata trasferita nel cimitero di Staglieno, lo stesso luogo di sepoltura dove fu posta la tomba di Constance Lloyd – la moglie di Oscar Wilde – dopo che lei morì nel 1898.

Constance Lloyd e Helene Cornelie Ricketts

Perché Paul van Capelleveen nella sua presentazione le menziona insieme? Le loro tombe si trovano ora al cimitero di Staglieno a qualche centinaio di metri di distanza. Ma non è il cimitero che le collega, ma due uomini. Oscar Wilde e Charles Ricketts. Charles infatti è stato uno dei due più famosi illustratori delle opere di Oscar Wilde.

Fig. 5 – La tomba di Costance e di Cornelia e la loro collocazione all’interno del cimitero monumentale di Staglieno

In una sua lettera, Oscar Wilde scriveva “Ricketts has just done for me a lovely cover for Dorian Gray – grey pastel paper with a white back and tiny gold marigolds” (Ricketts ha appena fatto per me una bella copertina per Dorian Gray – carta grigio pastello con un retro bianco e piccole calendule d’oro.)

Fig. 6 – Charles Ricketts, dettaglio del disegno per il “Dorian Gray” di Oscar Wilde, 1891 (http://charlesricketts.blogspot.it/)
Fig. 7 – Charles Ricketts, frontespizio per “The Sphinx” di Oscar Wilde, 1894 (http://charlesricketts.blogspot.it/)
Felice, ma con l’amaro in bocca

Felice perché, anche se in piccola parte, sono riuscito ad aggiungere un tassello mancante della vita familiare di questo artista. Un artista che amava l’arte, la grafica. Quella grafica che per alcuni anni ha fatto parte della mia vita lavorativa. Con questo racconto ho voluto interagire con Charles Ricketts iniziando con un capolettera (A), che ho elaborato partendo proprio da una sua opera. (vedi Fig. 8)

Fig. 8 – Charles Ricketts, Capolettera A da “The Poems of John Keats” volume I -1898 (http://charlesricketts.blogspot.it/)

Leggendo fino alla fine la succitata presentazione del libro:

«Charles Ricketts’s mother died in Genoa in 1880. She was buried in the English cemetery. A year later, this cemetery was closed to make room for the city’s expansion, and its contents was transferred to the English corner of the Cimitero Monumentale di Staglieno, the same place as where the monument to Constance Wilde, wife of Oscar Wilde, was to be placed after she died in 1898. Constance Wilde’s grave is marked. The exact burial place of Ricketts’s mother is not recorded.” 

viene l’amaro in bocca per il fatto che si è persa un occasione, per far conoscere la certa ed esatta collocazione della tomba della Charles Ricketts’s Mysterious Mother.» Infatti nell’ultima riga di Paul van Capelleveen  Constance Wilde’s grave is marked. The exact burial place of Ricketts’s mother is not recorded.” mette in evidenza che diversamente dalla tomba di Constance Wilde, quella della madre del book designer di Oscar Wilde, non risultava registrata.

La mia idea

Questo conferma che la mia idea di registrare le sepolture – già situate nel vecchio cimitero di S. Benigno – di questa parte del cimitero di Staglieno, possa essere una cosa utile per eventuali future ricerche. Attualmente, mentre sto cercando di completare le notizie sulla vita di alcune delle persone qui sepolte e su come interagivano con la nostra città, alla fine dell’Ottocento, ho quasi completato la raccolta dei dati di circa 90 tombe, compresa una planimetria con l’esatta ubicazione delle stesse.

Bibliografia:

http://charlesricketts.blogspot.it/


Un riconoscimento a Paul van Capelleveen che ha contibuito, con foto e notizie, a completare la mia ricerca.

http://charlesricketts.blogspot.it/2017/01/287-news-about-grave-of-cornelia.html

Precedente Da S. Benigno a Staglieno, senza ritorno - From S. Benigno to Staglieno, without return Successivo Partì per primo e se ne andò in America

8 commenti su “La madre misteriosa di Charles Ricketts – Charles Ricketts’s Mysterious Mother

  1. Ho leto con grande interesse, il suo scritto, ne sono soddisfatto e felice, ogni volta che qualcuno si adopera per rivalutare il grande patrimonio di Staglieno, rafforza la mia passione che ho e che coltivo da circa trent’anni.
    Esattamente da quando decidemmo come gruppo di amici di fondare l’Associazione Per Staglieno.
    Una formazione che esiste ancora e lavora con il contributo di molti volontari.
    Sabato 18 febbraio saremo nuovamente nell’area da lei descritta, per la pulizia, inaugureremo anche un nuovo acquisto, un biotrituratore che ci darà la possibilità di smaltire il materiale sdraticato.
    L’acquisto è il frutto della generosità di molte persone che hanno contribuito con donazioni volontarie.
    La saluto cordialmente
    Eugenio Bruno Boller

  2. C’est un grand jour et une découverte précieuse et émouvante. Je vous en remercie. Cornelia est mon aïeule et je retrace sa vie depuis plusieurs années maintenant. Mes découvertes ont effectivement été publiées dans le livre sur Charles Ricketts’s mysterious mother. J’ai laissé un message sur le site de l’association Per Staglieno
    pour échanger par mails. Cordialement. Corine Verney.

    • marco cazzulo il said:

      Thank you. This is a pleasure to have found the tomb of his grandmother.
      bye
      Marco

  3. Corine Verney il said:

    C’est un grand jour et une découverte précieuse et émouvante . Je vous en remercie. Helen Cornelia Ricketts est mon ancêtre et je retrace sa vie depuis de longues années maintenant. Mes recherches ont effectivement été publiées en octobre dernier dans un livre at the Paulton : Charles Ricketts’s mysterious mother . J’ai laissé un message sur le site de l’association Per Staglione. Cordialement Corine Verney

    • marco cazzulo il said:

      Thank you. This is a pleasure to have found the tomb of his grandmother. About three months ago, when I went to the British Cemetery fpr the first time I remained entangled in a wild bramble with thorns. Falling I put my hand on a grave. It was the Cornelie’s grave. So remembering Charles Ricketts and his mother I carried a yellow rose.
      I’m writing from Genoa (Italy) I am interested in ancient history of my city and especially everything related to the existing relationships, in the eighteenth and twentieth centuries, between the American/English community and the Genoese. I am currently doing a research on the people buried in the part dedicated to the old English cemetery. This sector is currently in the cemetery of Staglieno, Genoa.
      Bye
      Marco

  4. J G P Delaney il said:

    Bravo, Sig Cazzulo, di avere trovato la tomba della madre de Charles Ricketts. Sono andato à Genoa per cercarla, ma non ho riuscitto. Questa tomba non era registrata – alora mi hanno detta al ufficio de Staglieno que non essistava. Per tutti I ‘fan’ de Ricketts Lei ha fatto una bella scoperta. Le ringrazio.
    Paul Delaney.

    • marco cazzulo il said:

      Thank you. This is a pleasure to have found the tomb of the Charles Ricketts’s mother.The field where are this grave was in a bad conditions and I tried to clean it. I cut the weeds and I removed the dirty that covered the graves and I found Cornelie’s grave
      bye
      Marco Cazzulo

I commenti sono chiusi.